DOVE SIAMO

TERRITORIO

ECONOMIA

STORIA

ARCHEOLOGIA

CULTURA

TURISMO

LE CHIESE

Tappeto artigianale

 


ECONOMIA

L'economia di Pompu è quella tipica agro-pastorale. Nella piana più fertile e ricca di acque, prevale la coltura con cereali e orti lungo le sponde dei fiumi mentre, sulle colline, si trovano vigne ed oliveti. Anche l'artigianato riveste un ruolo molto importante,è ancora diffusa l'arte della tessitura e la produzione di pane e dolci; sono le donne che provvedono a tenere in vita queste attività. Quasi tutte le famiglie hanno in casa su trobasciu (il telaio), col quale confezionano tappeti, arazzi, tende, bisacce, copri-cassoni, coperte, sacchi per derrate, collari decorati per l'ornamento festivo dei buoi e dei cavalli. Il paese è ricco di tradizioni, infatti, ancora oggi tante famiglie fanno il pane in casa: "su caccoi", "sa lada" e "su civrasciu"; per le feste particolari si fa "su pai pintau", per esempio, in occasione di matrimoni e per Santa Maria, mentre per Pasqua si fa "su caccoi cun s'ou". Sempre nel forno a legna vengono cotti i dolci tipici del paese: dolci di mandorle come amarettus, pabassini, pai saba, gueffus e gattou. Per Pasqua vengono fatte "is padruas" (formagelle). Pompu punta anche sullo sviluppo turistico, tenendo conto anche della storia e dell'archeologia del paese. Il bene archeologico più diventare una fonte economica rilevante specialmente in piccoli centri, come quello di Pompu, dove essendo forte la disoccupazione e l'emigrazione, gli scavi e la valorizzazione di siti archeologici, possono diventare un'occasione per riqualificare aree apparentemente marginali. Un importante risorsa è senza dubbio l'artigianato prodotto da qualche piccola impresa locale.

Artigianato Sardo

 

 

 

Sito ottimizzato per una risoluzione di 800x600 Alfa.net 2003 - Created by Carlo Atzei